SCIALPINISTICA Cima Libera (A) del 03/04/2005

Sto colp addirittura, dato el giton de relaziom gh'e' ben do versiom!!!!
Clicka sul nome dela campana che te voi sentir!

MICH

                            

KEPO

Vista la fadiga che evo fat al gieri no pensevo zerto de arivar a far 'na roba del genere, ma se le O.S.A. (Ottimo Sciado Alpinista) no le provem adess... va a finir che pasa n'altro am... E cosi', entant che som drio a polsar tornando en macchina dalla Cima de Oberettes (ieri) ecco la proposta del Mich: Cima Libera. Co la fadiga che evo fat a far l'Oberettes?!!!??!! Ho fat finta de continuar a dormir, ma no podevo zerto dar l'impressiom de parer strac!...e cosi' en 'Va ben' mel som fat scapar. Alora, Cima Libera dalla Val Ridanna: quota 3420 - dislivello: 2070 - tempo di salita stimato ore 8:30 - diff OSA ! Diaolo po'! Gh'e' da levar bonora! Oltretut che la relaziom el la spezza en do' di' per la lunghezza e la necessita' de tornar zo' bonora.... ma noi do di' no i g'avem e no gh'e' temp! Gh'e' da nar! Sveglia quindi alle 3:50 (ancor strac dalla Oberettes del gieri) e alle 6:15, ancor buio, sem za' a Masseria (en font alla Val Ridanna, quota 1400) coi sci sulla schena che ciapem el senter. Dopo una mezzora, arrivem sulla piana da dove parte un ripido canaline che sale sotto il rifugio: i n'eva dit de farlo coi rampant, ma l'idea de farlo a pe' coi sci sulla schena (avvallada anche dalle 'tutine'(coridori) davanti) la s'e' rivelada molto pu' pratica. E cosi' alle 7:30 erem za' 'nzima al canalom a meter i sci... Subit se doveva scender na quarantina de metri, per po' far en traverso vers sinistra e entrar en ten vallom da risalir. Arrivai enzima a 'sto vallom se era finalmente vizini al ghiacciaio: even za' fat 1200m. de dislivel en 3 ore (che pareria poc, ma che sviluppo!), ma el Mich nol pareva ancora entenziona' a far pausa... per fortuna no l'e' comunque na' envanti tant, anca perche' mi pu' de tre ore de marcia senza magnar no le tegno... e cosi' dopo 'na barretta energetica, 'na bona dose de sali minerali e soprattutto na chichera de the della zia (prepara' dal Mich per l'occasiom della sgobada) sem ripartidi: sol 5 minuti de pausa! E allora avanti, aggirando e salendo en serac, se arriva su na longa piana da attraversar... ma la zima no se la vede ancora...se deve cosi' far na larga curva vers destra, risalir ancor el ghiacciaio e finalmente, arrivai a quota 3000, se e' sotto el rifugio Bicchiere e in vista della Cima Libera. L'e' qi, che fem n'altra pausa, per integrar con sali e the, e da 'sto punto passo davanti e a pass sostenuto arrivem soto la zima en 4:35!!! Davanti era resta' sol le tutine... e tuti i altri scialpinisti i era endrio ancora en bel toc. Gli unici altri che gh'era en vetta, o i eva fat la not al rifugio Cima Libera, o i era vegnui su da Stubai: ben pu' fazile e vizina! Doverosa n'ora de pausa en vetta en do che avem anca conosu' do bele (una de pu'...) putele de Valdaign: peca' che le gh'eva drio i bechi! Dopo aver fat la me bega quotidiana co le roccette de gresta entra' la nef, rimetem i sci e a parte i primi 100 metri de crosta... ecco subit el polverom! Scominzia cosi' 'na sciada da foc e... en do che finiss el polver, taca el firn! Ancor zo, zo, zo e dopo en par de pause a spetar dei tipi cui 'l Mich el gh'eva presta' i ociai, sem arivadi sora al canalom! Nef bagnada, ma bela discesa! Quindi, dopo averghe fat la pedicure ai sci coi sassi della piana sottostante, i avem cavai e sem ridiscesi a pe' alla macchina. 'Na soraa de pei al torrente, do bone birre al pub en val Ridanna e zo vers ca'! Diaolo po'! 2070 m. di dislivello!!!! Chi O.S.A. di piu'??? eh,eh...
Piccola intro.
Dato che qualche volta el Kepo l masa protagonista del so sito (el g'ha reson), st volta scrivo do righe anca mi per chiareza dato che quasi sempre con lu ghe son anca mi.
Wilder Freiger 3419m O.S.A
La scelta obbligata
Sem drio a tornar a casa dopo en sciadon sulla P.ta Oberettes, sem all'alteza de Bolzan, quando me vem en ment che 'el parente' l na a far Cima Libera, speta che ghe ciamo. 'el parente' dixit: '1700m de farina misto firn, doman va a farla che la merita e no la dovria trasformar' Fini la telfonaaaaa, me giro e ghe digo al Kepo: 'doman Cima Libera, gh polveron', no m'ero acort che el dormiva, lu ancora ensogna el me risponde che va ben. En programa gh'era de nar o sul Sasso Nero o sul Monte Fumo en val Aurina, date en condizion super, per vot meter Cima Libera en condizion, no gh confronto (questo el lo confermer el Kepo quando narem a farle). Arivai a casa ne sem sentidi per telefono, 'El Kepo' quando g'ho dit che l'era O.S.A, l'ha taca a pensar ale rocete, e ale greste esposte, quindi el m'ha domand 'porto la pica e i ramponi, la porta anca per ti la pica', mi g'ho rispondu 'i ma dit che la pica no la serve, no sta portarmela, i ramponi i porto per sicurezza',lu 'mi porto sia la pica che i ramponi'.L'orario de partenza l abastanza bonora 4.45 a Calian destinazion Masseria, val Ridanna.
La gita
Sem partidi con i sci sul zaino, ancora de not alle 6.15, ciapa el senter (col Kepo n'eren mesi d'acordo de nar su regolari e de no tirar perch sta Cima Libera la g'ha en svilupo enfinito) come al solito con el me pas, arivai sul piano prima del canal aven z ciap le tutine che era parti en quart d'ora prima,'kepo l meio calar natimo' ghe digo, sen za sul canal con i sci en spala per no perder temp e su ... ale 7.50 sen fora dal canal a 2100m, e avanti en te la piana, su per dei bei pendii en po erti, cala e traversa via vers en bel piano, chi dopo 3 ore che nevo, davanti a en bel serraco de 20m, me son ferma a spetar 'el Kepo' per darghe el the dela zia e domandarghe la quota, l' le 9.10. Dopo n'atim el riva, 'sem a 2600m', mi 'no ghe credo, l' masa poc', dopo averghe dat el the son riparti, lu el s' ferma a magnar na barreta.Riparto con en bon pas, entro en tel bellissimo ghiacciaio de Malavalle, me fermo all'altezza del rif.Cima Libera 3148m sotto al rif.Bicchiere, la zima l zo en font sulla gresta, vedo la cros, g'ho fam. Riva 'el Kepo', el me d en po de cioccolata, mi ghe do el the, ore 10.10.Ghe digo al 'Kepo' de star davanti e far el so pas, mi tendo a sbregar e g'ho paura de brusarme prima della zima, manca 300m scarsi. Alle 10.40 sen soto la zima, 30m soto, cavaiiiii i sci salten su en 5/10 min, panorama fantastico, ne fermen en zima n'ora. La discesa l' fantastica, gh en po de grosta per i primi 200m ma rieso a sciarghe dentro, sotto la zima fago anca n'empontada ma no gh problemi, 'el Kepo' el ven en zo; pu nem en zo e meio l', tra polver e firn, canai e ampi pendii con delle belle pendenze, me scorzo che el me socio l' drio a sciar propi ben. Fen en par de soste, qualche foto, el video e alla fin ne speta l'ultim canal, 300m a 30 gradi con neve marza ma sempre bela sciabile, fantastico. Carghem i sci sul zaino e zo vers la machina, sen uno pu content de l'altro... Far sci-alpinismo l' propi bel. G'ho da farghe i complimenti al Kepo che l n'ottimo sciatore alpinista... alla prossima.





Se risale dal fondoval...circa 'na mezzora a pe', se attraversa el pianoro...


...se embocca el canalom che se vede en font al pianoro e sel risale fin a 'rivar sotto el rifugio vedretta piana (notar che l'e' l'alba: che bonorivi!)


...se ridiscende 40 metri en la piana (che se vede en la foto), se la traversa tuta e se sale tut el vallom (notare i scialpinisti en bass a destra)


...arrivando en vista dei primi seracchi... se taca 'na lunga traversada del ghiacciaio...


...e dopo na longa curva a destra e risalita, se arrvia en vista della Cima Libera (al centro)


...el kepo fiero per la so prima O.S.A. en vetta a Cima Libera (Wilder Freiger)


...tant per renderse cont dela longa traversada sul ghiacciaio: sel risale dal vallom se sale en font a sinistra!


...el forte scialpinista (Mich) soto el rifugio "Il Bicchiere": el s'e' ferma' n'atimo a spetar el Kepo. Fin qi en po' grostosa la nef la era, ma da qi en zo...no ghe n'e' sta' pu' per nessuni!



Ste pagine l'e' stae cargade volte da visitatori dal 3 de agost 2005