SCIALPINISTICA Groß Venediger (A) del 29-30/04/2005

Ancora el vendro de matina, ero na' a laorar coi sci za' en macchina, e cosi' timbra' el cartellim mi e 'l Mich sem partidi diretti vers L'Austria (Osttirol)... sto colp gh'e' da far la seconda zima pu' alta d'Austria: el Gross Venediger. Vers le 7 de sera erem za' (se fa per dir... vist che l'e' propri longa!) quasi a S.Candido, e cosi' n'avem approfitta' per na bona zena tirolese con speck, rafano, gnocchi e birra. Alle 9 e mezza, dopo aver passato Lienz, Matrei e n'autovelox (chissa' che forse la macchina che gh'evem drio la n'ha scondu' la targa) arrivem en zima alla Virgental e cosi', dopo aver assetta' la Zaffira a dormitorio (a mi m’e’ resta’ anca qualche toc en man…) e aver prepara' el the per le thermos, ne butem a dormir. A dirla tuta, prima de polsar, vist che 'l gh'evo drio, avem fat le misure col cardio da fermi: mi circa 80, el Mich 50... Diseme voi alora de chi e' che l'e' la colpa se quando fem i scatti resto 'ndrio: no som mi che vao piam, ma 'l Mich che va masa! Ale 10 e 20, mi evo za' ciapa' som: la matina la sveglia l'era per le 5. For per la not ha fat en par de sguazi, ma la matina, pareva che 'l temp 'l se tiresa fora... e cosi' alle 6 erem za' su per i senteri...sci en spalla. Sem partidi, a quota 1300 (100 metri pu' basi dell'itinerario normale, vist che no evem trova' el parcheggio) e fim a 2100 i sci i avem tegnui drio la schena. Arrivai alla testata della Virgental (m.2100) avem quindi mes i sci e mi davanti a guidar su per le traccie de salita...som fini' for per i somenai... Avem cosi' dovest tornar pu' basi (100m.) e riprender la giusta via dalla Johannis Hutte (e 'l Mich (quasi) encaza', vist che i 2200 metri de dislivel dell'itinerario i era ormai za' deventai 2400!!!). No gh'e' temp, gh'e' da nar! E allora su per i pendii vers el ghiacciaio: fim a 2500m. la nef l'era pesante e bagnata dal sguaz della not, sora enveze l'era farina che se tacheva e feva en zocol da taiar le gambe. Dopo aver pasa' e par de comitive sem arrivai en vista della Defregger Haus a quota 2964. En do che ne sem fermai a magnar qualcos al bivacco. L'era za' le 9 e 20, ma el temp enveze che migliorar el treva sempre pu' al brut: nef, foschia e vent. Dopo na mezora de pausa e en goz de the dela zia avem ritaca' a salir. Arivai pero' a 3130, alla forcella che salta sul pianoro glaciale pero', sem finidi en tel whiteout (o come disem noi trentini...e sel capiss anca meio: tormenta): vent e nef, visibilita' 0. E infatti gh'era en gruppet de persone (tra cui altri 2 trentini intenti en te la traversata) riparae drio i sassi che i speteva.... cosa??? Che 'l sciarisa??? Mah, comunque dopo 10 minuti e vist che l'era impossibile continuar avem dovest abbandonar e, cava' le pel avem taca' a tornar de volta: peca', vist che ormai mancheva men de 500 metri ala zima. El prim toc de discesa l'era anca divertente, ma po' soto el rifugio gh'era qualche toc da far con attenziom vist che l'era sventada e instabile. Arrivai a 2500, enveze l'era sol en pappom da pasar fora... e po' a 2100 alla Johannis Hutte sei caveva per continuar a pe'. Alle 1 dopodisnar erem ala macchina e, dopo aver averti' a casa che era na' tut bem avem saest che a Zillertal gh'e' la festa dei bechi: l'Oktoberfest austriaca: narghe? Erem tentai, ma dopo aver varda' la cartina e capi' che de strada per arivarghe ghe n'era propri tanta avem desisti' e rimanda' all'am che vem. E cosi' avem riciapa' la via de casa...




El Kepo ala partenza alla mattina. E de fianc la Zafira allestia a albergo.


Vers quota 2100.... finalmente scominzia le prime macie de nef.


A vardar il versante opposto della val pareva quasi che el temp el tendesa a bel.


Pero' arivai vers quota 3000 (el secont rifugio, la Defregger Haus) se podeva farse ben poche illusiom.


El Mich en la tormenta a 3130: nef, vent e nebbia sul ghiacciaio. Meio tornar de volta!


Arrivando alla macchina a 1300m. coi prai verdi, calt, bel temp... par ista'!



Ste pagine l'e' stae cargade volte da visitatori dal 3 de agost 2005