ALPINISTICA Palla Bianca/Weikugel del 17/07/2011

El meteo i lo d en peggioramento da domenega pomeriggio, ma piazzandone en gresta de confim, forse finir per ultimi en mz ale nuvole: de zerto a casa no se pol star! Gh' da nar! E cos ne trovm al Quercia co l'Alessandro alle 1 e ne envim su per la Vinschgau fim enfont alla Vallunga (al Resia). L'obbiettivo sara la cima de lago Bianco, anca se l'Alessandro el voleria bem far la Palla Bianca (che mi per ho z fat)... Arrivai al tipico rifugio Pio XI, co la siora che se ricorda ancor de mi, ne vem subit offert en bom grappim entant che se popola el rifugio de na comitiva de studenti viennesi che drio a studiar i ghiacciai en volta per le alpi. Po' gh' n'altro par de gruppi tedeschi e noi sem i unici a parlar talian... anzi no... a zena la siora la ne mette al taol con en gruppo de 3 suedtiroler de Scenna/Schenna... e tra na birra e l'altra (e anca vim ross), la serata la vola a organizzar el giro de doman: l'idea iniziale l'era quela de far la zima del lago bianco en traversata, montando da drio el rifugio e saltando z dala normale della Palla Bianca, po', tra che de tracci gh' poc, tra che sem i unici a volerla far e l'Alessandro l'insiste per la Palla Bianca, alla fim ne accodem alla cordata dei Suedtiroler e farem anca noi la Palla Bianca: sto colp pero' dalla via normale (che mi no ho ancor fat). Sveglia ale 4 1/2, colaziom e appena sciariss ne mettem en marcia su per la morena puntando al ghiacciaio... n'ora comoda saltando su per roste e tochti de giaz e finalemnte ne podem fermarne a imbragarne e trar su i ramponi. A vardar su el ghiacciaio del lago bianco sora la balza de roccie, l' quasi en bem no esserghe nai, vist che l' na traversata immensa en piano... e co le nebbie previste, senza traccia, la deventa ass risciosa... Mess p sul giz co l'Ale kepocordata, no passa neanca dese minuti, che la serenata la spariss: se alza la nebbia che no se vede p nient. Segum quindi le vecie tracce puntando al pass enfont alla val, e l'ultim toc, tra nef smolada e crepi, el fem bem col cor en gola... tra vent, nebbia e la paretina sui 40 gradi che ne speta, e l strac che z sento, no som massa convint de arivar enzima... ma en realt l'era l'Ale che vegniva su come en treno... e, difatti, ciapada la parete con calma (nef smoiada su e su) arrivem enzima per primi!!! Berg Heil! Eheheh .... no sem stai miga lenti! Ore 9 e magnem en par de boni naranzi e adess,el pensier l' dem a tornar de volta prima dela perturbaziom. La molem spedidi vers val: ehehe... e l' longa tant a montar che a smontar. I crepi i passem for agevolmente, e tornai sotto sulle morene arivm al rifugio giusti giusti per mezd; e qi, na bona birraccia e minestrom calt nol me li cava nessuni! Per le 1 ripartim vers val e arrivai alla macchina alle 2, la molem vers val co le prime goze de pioggia: ehhe ... puntuali anca sto colp!




Se salta su al rifugio en te n'oretta...


...per l'immancabile grappim de accoglienza (e birra, beh, quela la togo al volo!)


La mattina bonora saltm su per la morena fim ai 3000m end taca el ghiacciaio...


...e trati su imbrago picca e ramponi, via a saltar crepi...


fim al Berg Heil!


E adess tornai al passo sotto el canalim finale, vem la parte critica: nef smoiada e crepi miga massa serai..


Ulimi metri de attenziom a smontar el la lengua del ghiacciao..


E ciapada la morena puntm dritti al rifugio per na bona Gemsesuppe!



Ste pagine l'e' stae cargade volte da visitatori dal 3 de agost 2005