TREK Pirenei Magici (F/E) del 09-20/08/2011

9/8
Marted: Part da c alle 6 e 1/2 e co la Golf che sgola arivo al'aeroporto de Berghm z ale 8: per fortuna l'A4 a Ospedalet l'era serada per en camion kepott sol en direziom est! Molada la Golf al Park Low cost e spet el Luca, fem al volo el checkin: mi ghe tiro su dal so zaino dem en Kilo de barrette energetiche che al checkin g'avem el limite de 15 Kili e mi ghe n'ho sol 13. Na birretta al bar e l' subit ora de saltar a bordo e per mezd e mz sem z a Lourdes. E adess? come fente a arivar a Gavarnie? Conosm al volo en putl spagnolo che l laora a Bolzam e l g'ha la tipa de Roma, che subit el ne convinze a saltar al volo sul prim autobus per el centro, p finidi en staziom centrale trovm el bus diretto per Luz, quindi dopo n birra e shopping de cartina e camelback, finalmente tolm l'ultim autobus del d che ne porta su a Gavarnie. I camping, domand all'ufficio turistico, i sara tuti pieni en paes: se ciava! La risciem e la ne va bem! Montada la tenda quindi ne fiondm en centro a zercar n locanda e magn en bom piatt de formai e patate, vim e genepy, per le 10 ne trm en branda: l' frettt!! Sem a sol 1300m de quota, ma i 6 gradi de minima en agost i se fa sentir!


Campo tenda de Gavarnie


davanti al Cirque de Gavarnie se studia la posiziom




10/8
Mercoled: I sacchi a pelo la nott i tegn, ma se leva istess mbrumai e.. con calma! Nadi en centro paess a zercar n locanda che ne faga colaziom, dopo aver spet le 9 e 1/2 che arivessa el sol per sugar la tenda, vem bem le 11 avanti che ne enviente rento per la val vers el Cirque de Gavarnie. Ancoi dovm nar al rifugio dela Breche de Roland, ma dopo 3/4 d'ora de caminada su forestale tra turisti, cavai e asni, ne rendem conto che doveressm puntar p a destra e non, come sm drio a far, alla gran cascata de 400m ! E quindi cartina ala man (no se capiss gnent!) devim a destra smontando 100m puntando oltre el r al col Bellavista che dovra esser sula giusta direziom: ma de segnavia no gh' l'ombra... Quando da drio el doss ne trovm frontali e opposti alla gran cascata, ne rendem bem cont che p che questo no pol eser che l col de Belavista! L' z d ore che marciem e ancor no gh' traccia della rampa che dovria empontarse per portarne al rifugio. Encrosem qi i primi d italiani, cargai come mussi, vist che i drio a far el noss stess giro, ma oltre che ala tenda i s' portai drio anca el magnar! (noi magnerem en tei rifugi). Confrontem sule cartine la nossa posiziom e ne rendem subit cont che la nossa (n 50.000 spagnola) no la val gnent. Arrivm quindi a n piana e mpont la pontra guadagnem de botto 600metri , quindi ciap la gresta en 5 minuti sem al rifugio a montar la tenda e bever na birracia co na ciopa al formai (che schifo col pan nero)! Na polsada sotto el sol e alle 7, n bona zena al taol con en gruppo de francesi, e per le 9 sm z n branda.


Se parte! El Kepo davanti ala Gran Cascata de 400m!


Finalmente arrivm al canal da saltarghe su!


E dopo 4 ore arrivem al rifugio de la Breche/Serrano




11/8
Gioved: Levai per la colaziom dele 8, tra na roba e l'altra sem i ultimi a partir dal rifugio: vem le 10! Saltm su veloci per la morena emp e en sol 250m de dislivel arrivem alla famosa Breccia de Rolando (el punto p alto del trek a 2800 e rotti metri). Smontai drio sul versante spagnolo, no gh' n'indicaziom a morir, e tir z vers val (enveze che girar a sinistra e passar per la grotta de fossili) fem en taiom bass vers sinistra per tegnirne alti sul vallom: drio ne segue a vista i d taliani cargadi come mussi; ma tra roccette e rampe e rampegadele no l' fazile! Arrivai al pass a sinistra, passm for delle spettacolari formaziom de sassi de quarzo en mz al deserto (ne pareva enfim blocchi de giz), quindi tegnindone alti sulla destra, scavezm via drio el mont e ne fermen a magnar en boccom. Vist che la discesa en la conca la par da far en disarrampicata, mi giro i tacchi e torno en tel vallom per sentr, fasendo el giro larc end che passa el senter. En vinti minuti aggiro el Canyon e seguo en par de trekker: ma end vai? Diaolopo'! Cartina spagnola de merda! Avem sbagli a trarne diretti en la gola! E allora molo z el zaino al pass e me fiondo n mezzora en la gola a raccattar el Luca che l' z sul pr che l me speta. Tornai de volta, dopo n'altra ora de marcia me toca dem n'altro dietrofront per na fascia de roste non segnaladade e per le 3 e 1/2 arivem al rifugio Goriz. Pei desfai (per via dei scarponi novi che g'ho), ma almen g'ho drio ago e filo e dopo na bona doccia fredda, ne trem a taola a magnar e mi a parlar coi spagnoli e l Luca coi francesi e trati z en par de Genepy l' prest ora de trarse en lt.


La pontra che salta su alla breccia de Rolando...


...quasi enzima alla morena: arrivai alla Brche!


En Spagna ambiente completamente differente!


Blocchi de quarz en mz al deserto!


E dopo 4 ore e mza de tribolada ecco che arrivm al rifugio Goritz.




12/8
Venerd: Partim con calma la matina, dopo colaziom, ale 10 e 1/2,appena el sol el suga la tenda. Fiondai en val traversem el Canyon de Ordesa con en botto de turisti che sale per sta strada scomodissima de sassi grossi. 3 ore e mezza a testa bassa e arrivm al parcheggio enfont al canyon da end che parte i autobus per Torla. Noi doveresem nar a Bujaruelo, ma tra el meteo brutt previst doman, tra che qi no gh' mezzi pubblici che ne porta su, decidem de ciapar temp e pensar cossa far davanti a n bom piatt al ristorante del parcheggio. Entant arriva anca i d taliani e con lori zerchm de capir se ne convem tor en taxi ensema o farne molar z al pont dal bus per Torla e da l ripartir a p en su vers Bujaruelo. Gh' da nar... a p! Altre 3 ore e 1/2 de salita e alle 6 e 1/2 arrivm al campeggio de Bujaruelo... DEMOLITI! Ago, filo per le vesighe, doccia fredda, birretta, cena (e che cena!)! Magn come i vedei en tel refettorio del rifugio, e n'abbuffada del genere la se ghe vol tutta con quel che ne speter doman : 1900m de salita! E doman, vist che ne alternem, l' anca el me turno de portar la tenda en tel zano! Stem for fim le 10 e 1/2 a ciacere coi taliani e bevudi en par de chupiti ne trem en let.


Partenza dal Goritz la mattina... con calma...


...subit smontm z en tel canyon de Ordesa


...le moje en la parte bassa del canyon le la bem voja de pociarghe i pei!


Finalmente, la sera, coi pei a tchi, arrivm a Bujaruelo.




13/8
Sabato: Ancoi ne speta la tappa p dura: o la va o la spacca! Le vesighe ai pei le avem sbusade tute e piazz la sveglia alle 6 e 1/2, fem na bona colaziom al rifugio e per le 8 e 1/2 ne enviem su per el senter con calma ensema ai d taliani. El temp, che doveva esser z brutt, l' ancor serem. Ne approffitem cos camminando, de conosser meio i d taliani con quatro ciacere: Valentina e Rino da Bari (pensevem i fussa Piemontesi!) e da tante maratone che i fa, i nfim p sportivi de mi! E i ha fatt anca el GR20 e el camino de Santiago en MTB! A met salita ciapm el largo e dopo tre ore e 1/2 arrivm al pass: Puerto de Bernatuero che ne riporta en Francia. I primi mili metri de salita i fati e magn qualcoss smontem alla capanna Lourdes end che trovm en branco de 40 avvoltoi che punta n vaca meza morta rugolada z en tel r! Ancor z e en te n'ora sem ala diga end gh' el secondo e ultim bivac prima dela salita: el zl l' nero e toneza..se ciava: quindese minuti de pausa ne i meritem! Quindi, rimessi i zaini sula schena per i ultimi 900m taca a piover e subit l' ora de trar su i ponchi. Passm su per la cascata, carghem i camelback e con tutt en cava e metti de ponchi fem tutt na tirada e per le 4 sm al rifugio Baysellance a torne brodm e birra... e trovarne en buss al cort per la not vist quel che piove. Ale 7 l' ora de zena, e no l'avresem dit (vist che ormai diluvia da ore e l' prest scur), ma arriva anca la Valentina e l Rino (i d taliani)! La zena, tra passada de pomodoro che ormai ne vem for dai oci (evem magn d piatti anca a merenda), riso e spezzatim de goma, la fa propri pena... En grappim e quattro ciacere a taola a 4 e ale 9 e 1/2 l' ora de trarse en camerata: l' en calt bestia e tra ronchezae e calt se dorme propri poc! Ma prima de trarne en lt, st da rider l'atimo che ho sald el cont del rifugio co la rifugista: vist che no so l francese avm parl en po' talian, n po' ingles, n po' todsc e spagnol! No la ghe credeva neanca ela de esser riussida a far en discorso en 4 lingue!


Si riparte la mattina: bei carghi, sia per el dislivl che per i zaini!


...masnai i primi mille metri de salita arrivm ai laghi de confim...


...en quart d'ora de pausa (sora n diga) ne i concedem prima de ripartir con en man el poncho...


...ecco che taca la salita al rifugio Baysellance... e anca el temporal!




14/8
Domenica: E ancoi, dopo i 1900m del gieri ne speta la seconda tappa p impegnativa del trek: raggiunger el rifugio Wallon! E dal rifugio che sm ancoi (el Baysellance) no vedem propri l'ora de nar for dai pei: 2 fette de pane e no i ne d neanca la seconda zolletta de zuccher!! Al punto che el Rino el se alza zigandoghe al barman che l ghe le offriva elo le bustine de zuccher che l ghe en tel zaino: e de colp, i baristi i ne scorze de pam! grande Rino! Partim (ale 9 e 1/2) quindi col bel temp e dopo 20 minuti in direziom dela forcella, e da qi ne molm z per n'ora bona en discesa sul rifugio Oul. Siamo solo noi in discesa, e difatti el me lo diss bem n putla, che convinta no smontessa nessuni dala forcella (entant che la salita), la me se mete a far i bisogni davanti! E mi, che pensevo la fussa sol sentada a polsar no m'ero neanca ascrt! Ela la m'ha ben dit mili scuse ma mi de frances no s n parola: g'ho dem dit bon jour! Rivai al rifugio raccatto dem n stecca de cioccolata for dala finestra (l' ser per pulizie fim mezd!), passm for d putei francesi che drio a far l noss stess giro e mpontem la salita vers la forcella de confim. Ancoi la tenda la tocca al Luca e difatti, se a mi me par de volar en confront al gieri, elo el diss de sentirse fuori forma. 450m a testa bassa fim alla forcella e date le dritte a n bambo ingles che fermo ala forcella al vent e al fret nol sa come smontar a Bujaruelo, ne fiondem sottocresta e fem na traversada en terra spagnola su marocchi, quindi altra forcella, altro confin (Francia), e smontm su d laghi e ancor tant sviluppo per 800m. El Luca el se ferma a pociar i pei a met, ma mi punto dirett al rifugio che raggiungo per le 2 e 1/2, end che me magno n bona fortaia col formai col vim. Montada la tenda drio la ciesa, arriva anca la Vale e l Rino, e po' anca i puti francesi de stamatina (che me spiega el so giro sto colp en ingles e spagnol), quindi l' prest ora de zena con del pessimo brodin de brocoi slangui, spezzatim al curry... po' me rifago la bocca a bever en grappim col Rino, e per le 9 e 3/4 sm tuti soto le coerte en tenda. Vist el temp instabile, per i zaini i lassm en rifugio, che magari all'averta i se bagna... e fem bem...


Passaggio sotto el Vignemale: la terza zima p alta dei Pirenei...


Luca ai laghi de Aratuille




15/8
Luned: Ha piov tuta la not, per fortuna la matina salta for en po' de sol, e cos, dopo aver tir a um i zaini en tel rifugio e esserne fatti la solita abbuffada per colaziom (en tel rifugio) de pan al miel, per le 10 e 1/2 ne envim en salita su per el vallom. Ancoi la tenda la tocca a mi, e con calma travers el r, tachem de zete per guadagnar i 800metri che ne porta alla forcella dela gran Facha: dopo en bel rampom, pareva bem de esser z arrivai... ma quel z l'era sol la met! Avm dovst passar sora i d laghi e po' zete ancor p erte e, eccoci finalmente al confim spagnolo: adess ne speta altri 600m de discesa, e mi g'ho tenda sulla schna e legamento lateral infiamm... e passar for la discesa che smonta sui primi d laghi l' n tortura, po' gh' sviluppo... e quant! El Luca el lasso ben nar envanti... ma quando pensevo che bastessa dem n'oretta de discesa me sbaglievo de gross! Arrivai al lago de Respomuso, gh' da farghe tutta la circumnavigaziom... e el cartel che indica 25minuti al rifugio (dal lac), l' anca massa ottimista! Eccone finalmente arrivai e adess en bom bocadillo col tortilla y queso e birraccia nol ne la cava nessuni: qi i prezzi i ottimi, al punto che, vist che l campo per le tende l' en quart d'ora endrio, decidem de dormir en camerata (26 euro la mezza pensiom!). Ne approfittem cos anca per lavar z le strazze, che ormai spuzzem da carogne...e ne fem anca la doccia en camera (finch no ghe se mbuga el scarico e i vem a serarnela for!). Arriva anca la Vale e l Rino e anca lori i ne aprofitta de dormir en rifugio. Ero en tel dubbio de smontar a val per prelevar contanti (che qi ormai sm for dalla civilt e i schi i scarseggia...) e per doprar n'attimo el cellular (che ormai l' 4 d che som for dal mondo), ma quando el rifugista el me prevede almen tre ore per smontar... na... se ciava la tecnologia ...e per i schi me vem l'ideona: pago en carta de credito (questo l' l'unico rifugio che l lo permette) anca el pernotto dela Vale e l Rino, cos recupero n po' de contanti! A taola la sera par quasi che la tappa de doman la sia massa corta: sem quasi tentai de farne una e smontando en val fim Fabreges... mmmm ... vederem doman come la portem for!


El Kepo quasi al passo sotto la Gran Facha..


...e adss ne spta l'eterna discesa vers el rifugio Respomuso...


...per, en quant a comfort, el Respomuso el s' fat apprezzar!




16/8
Marted: n bona magnada da colaziom e partim lungo la diga. Seguendo el GR11 doveresem trovar prest a destra enfim d bivi che ne porta su ai laghi d'Arriel... diaolopo', smontm n'ora vers val e no gh' nessun bivio! Smontai z fim al paso del Onso, som quasi rassegn a far na deviaziom dal sentr originale vers Sallent de Gallego... trovm per fortuna en par de spagnoli (che no finiss p de complimentarse per le me dolomiti... vist le ferrate che i ha fatt) e i ne diss de tornar endrio 100metri ... i me compagna, ma l Luca, pensando che i sia drio a sbagliarse, nol li segue e el perde le staffe e el se musona sotto.... dopo 5 minuti trovo con lori la salita e dopo averghe rispondst per le rime al Luca, ne envim su a testa bassa sotto en sol che spacca le pree, su pietraie da bissi... n'ora a testa bassa e arrivm al prim lac: bel, bel, bel! El secont, a passarlo for su blocchi enormi de sass, l' n tribolada, e po'... el senter end valo?? Per tornar su al Col de Palais, confim francese, l' delle zete emp, su sfasciumi non segnalai... che mazl! E finalmente a mezd sm al Berg Heil! Adess el rifugio Arremoulit l' a en tiro de scip .... magari!! La discesa l' su sfasciumi da far pianzer i ginoci: n'ora de tribolada per sbasarne 300metri. Finalmente al rifugio, e adess per veder se continuar o meno ne aprofitem de magnar qualcos: diaolopo', sti francesi i me piass sempre de men... 10 per en taglier con 2 fettine de speck, 1 de formai e una de foi grass (che me fa schifo e lasso l). Per, almen la mitica birra Pietra della Corsica, la va z che la se copa! Entant arriva anca la Vale e l Rino, che no avendone segu en te l'error della mattina, i s' sparmiai 400metri de risalita. E' deciso, ancoi restm qi, e allor empiant la tenda sul lac, vago su a farme en salt 150m sora, al passage d'Orteg a veder l'esposiziom (vist che l' en senter esposto, variante al nos HRP-GR)...diaolopo', che scrozi: me bevo n candola e decido che doman de zerto no far la variante. Volendo se podra anca smontar col trenim en val... ma po' la sera, dopo d bone birrette, decidm per bem: el Luca el va dirett dal passaggio esposto e n cambio de n birra, vista la longa discesa e l mal al me legamento lateral, el me porta anca la tenda. Mi, el Rino e la Vale enveze smontem 200m e i risalim seguendo el percorso HRP...


Dopo la discesa sbagliada, e la risalita sotto el sol che brusa, arrivm finalmente ai laghi d'Arril!


...e passada l'erta forcella rientrm en terra francese.


El Kepo el n'aproffitta per torse n latta de birra e salir al passage d'Ortega sora el rif. Arremoulit, a veder le roccete che doman... el ghe lasser far al Luca!




17/8
Mercoled: Dopo el trauma da colaziom col pam che i n'ha serv ammuff, la me consideraziom vers i francesi la cala ancora: ghe compro n stecca de cioccolata e ntant che la meto en tel zaino vedo che l' scadua da n'an... allor, me la fago cambiar e... i me da n stecca che quando controllo l' z magnada per met!! Alla fim me contento de d twix e, zaino in spalla, ancoi el trek el fago co la Vale e l Rino. Smontm dritti en tel vallom e risalim a sinistra fim al col d'Arrious... e adess ne speta ben 1000 metri de discesa fim al parcheggio de Caillous de Soques, vallom lonc eterno, el Luca el ne passa envanti e l se nvia su subit, mi procedo co la Vale e l Rino fim a fondoval, po' me fermo n mezzora a polsar en fondoval, quindi riparto e fago praticamente la salita insieme alla Valentina (che la me conta en po' delle lore tecniche de allenamenti per le maratone... ehehh ... credo ben che anca se ela e l Rino no i g'ha l'esperienza de montagna, el fi en salita nol ghe manca!). La prima parte fim quasi la Cabane de la Glere l' all'ombra en tel bosc e bela fresca, ma po', sora el limite del bosc, per fortuna gh' qualche nuvola che ogni tant ne fa riciapar fi... senn, che cta de sol! L'ultim toc fago en scatto en solitaria e arrivo al rifugio Pombie, dove gh' z l el Luca che l'ha ordin l disnar. Magn en boccom e bevst n birretta ne trm for a mpiantar la tenda sotto el lac, tra i coccoi dele pegore e stem l a cazzeggiar e ciapar el sol fim a sera. El bagno en tel lac i lo fa tutti for che mi: co l'acqua coss fredda som pzo de n gat! Alle 7 ora de zena i ne mete a taola con na staolada de 10 francesi: all'inizio sem bem perplessi vist che ne tocca condivider come sempre el pentolom da magnar... ma l Luca nol se fa massa rispett a domandar el bis e l tris (pasta scotta col spezzatim)... e finim la zena che sm tesi come i ovi. N bom grappim en compagnia tutti 4 e per le 9 ne trem en branda. El vent la not nol me fa quasi serar ocio: l' impressionante sentir calma completa de vent e po' tutt de colp ghirli che cava la tenda... po' alle 5, quando sento i toni en lontananza per fortuna tiro rento i zaini sottocoperta, che difatti quando ne svegliem... diluvia.


L'eterno vallom da smontar: e dovm arrivam l en font! Ai pei del Pic du Midi d'Ossau!!!


Kepo en relax davanti alla tenda, al rifugio Pombie.




18/8
Gioved: Ancoi dovm far el giro al bellissimo picco roccioso del Pic du midi d'Ossau (che l' pien de vie de rampegada)... se dem l mollessa de piover! Vers le dese, smontada la tenda e tirai a um en tel rifugio, partim en direziom del pass del col de Peyreges, praticamente subit coi ponchi. Arrivai al pass dopo n'ora scarsa el temp el par esserse tir for e ne calm en val.... la salita p comoda che fa tutti sara nar a ciapr el GR10 per risalir al refuge d'Ayous, ma el Luca sto colp el vedo propri lanci... me toca far la variante HRP e montar su en pass drio 250m sora el rifugio e po' smontar z! Appena ciapada la variante HRP en fondoval a sinistra e riscominzi a ciapar quota, se leva el vent, el deventa nero e n tel giro de dese minuti sem sotto el diluvio.... misto grandine, toni e saette che su per el canal che salta sul Lac Casterau. Da qi, aggir el lac, gh' d segnavia e l p dirett coi bolli bianchi el taia su dritt per n'altro canal: ovviamente noi la mpontem! E qi, fem en giro su per versanti en p e no capim perch i bolli i va a mpantanarse su per roccette assurde quando el sentr l' n roba abbordabilissima. 5 minuti de discussiom e con na scavezada vers sinistra nem a riciapar el senter: diaolopo'... i bolli l'era el confim del parco nazionale, miga en segnavia! E difatti en 5 minuti ne salta for davanti el Lac d'Ayous e n 15 minuti de discesa sem rento el rifugio d'Ayous a magnar qualcoss e spetr che pta de piover prima de mpiantar la tenda. Gh' qi anca n'altro gruppo de taliani che vegn su dalla val sui muli! Massa bel, qi i fa l trek organizz coi ciuchetti en tenda, e l' anca bel sentirli ragliar davanti alle tende! En te sto rifugio anca i gestori i se porta su el magnar coi muli e i fa el pam en casa: e allor, ancoi, che l' l'ultima sera de trek en tenda, fm la cena de saluto tutti insieme (Luca, Rino e Valentina)... e che siora magnada!


Con tut quel che ha piovst ancoi, gh' anca l'asn coi reumi!


Mizi patchi, tutti i quattro avventurieri (Kepo, Luca, Rino, Valentina) al rifugio d'Ayous.




19/8
Venerd: Quando levm la scena l' super: tutti i escursionisti z davanti alle tende o sul terrz del rifugio che varda l'alba con davanti el lac d'Ayous e l Pic du midi d'Ossau, e... al primo raggio taca a ragliar ensema anca i aseni! Colaziom, zaini en spalla e gh' da tornar vers la civilt: ne spta 1600m de discesa fim a Etsaut lonc el GR10!! Che tribolada!!! El Luca, l' sempre lento a partir la mattina e allor mi alle 9 e 1/2 me nvio co la Vale e l Rino per salir 100m al col de la Horquette de Larry e da l taca la discesa longa eterna. La discesa la fem con molta calma e dopo en par de ore arrivai al limite del bosc ecco che ne raggiunge el Luca e allor, proseguo con elo a passo p spedito: el calt man man che ne sbassm de quota el taca a farse sentir, po' entrai en tel famoso canyon sora Etsaut tutt scav en te la roccia e esposto a sud morim de calt (oltre che l mal al ginocio)... che tribolada!! Arrivm a mezd e mz al paess: miticiiii! El trek l' fat!! E quindi, subit ne trem en tel r a meter i pei en moia e cambiar i vestiti tecnici con semplizi tshirt. Al bar del paes dopo na bona insalata e birra media vedem che ne tocca spetar le 5 per la prossima corriera che ne porta a Oloron Saint Marie, e da l ciap el treno per Pau, spetm n'altra mezzora per la coincidenza per Lourdes: diaolop, l' ormai le 7 e 1/2 e a Pau no gh' en bar da morir per magnar qualcos, ne tocca arrivar a Lourdes diretti, e per fortuna l'albergo della Vale e l Rino el g'ha n doppia per ospitarne anca noi! Arrivm en albergo alle 22, e col Luca che ancoi l' propri rebuff (encazz perch l'hotel l' lontam dalla staziom... beh, beh, el se la far passar en fretta davanti a na bona pizza)... e difatti co na bona magnada ghe passa tutt (diaolokan... sto turismo cattolico: i m'ha domand 8 per n limoncin! No sel paga 's tant neanca en ten night club!!! Mai pi!). Riesso a raccattar (altra pelada) anca sciuma e lametta da barba, che de farmela dopo 10 d no vedo propri l'ora... A mezzanot, dopo en giro veloce per i viottoi sora la grotta, con n'ambiente che par p Las Vegas che Lourdes, ne trm a dormir.



Alba fantastica sul lac d'Ayous: i la aprezza anca i ciuchti!


Pronti a tornar al mondo basso! (en val)


Il canyon infernale: ghe sar st quaranta gradi!!! Voi tornar en alta montagnaaaaa!!!


ETSAUT!!!! MISSION COMPLETED!!




19/8
Sabato: Na bona colaziom en albergo e adess gh' da far el famoso giro al santuari, che gh'evo promess al Luca (che l voleva nar a tuti i costi) quando al prim d del trek ghe l'evo fat saltar per nar subit sui Pirenei... tra bancarelle che te vende santini, acqua santa a 5al litro, el casim rento al santuari, per, l' meio no star rento tant che a veder tanta ipocrisia i te fa deventar ateo! (molto meio visitarlo en ottobre come evo fat col Teo al Cammino de Santiago... ades... l' pzo de Rimini!). A mezd, dopo aver zerc inutilmente en souvenir sui Pirenei da portar a c (sol santini i vende qi!!) ne trm en albergo a raccattar le valiss... l' 38 gradiiii!!! Na sudada da foc e alle doe sem en aeroporto a spettar l'aereo che l tarda en par de orette... Diaolopo'... e mi con sto calt doman dovra partir en bici per l'Austria? ...provo a telefonarghe a me fradl a far opera de dissuasiom, ma no gh' santi: l' la s prima vacanza dal matrimoni for de casa... g'ho da nar! E i me spta ale dese con me cosm a casa a definir i dettagli dell'avventura! Per le 7 e 1/2 atterrm a Berghm e ringraza el Luca per el bel trek che l m'ha organizz, me fiondo a casa a preparar la MTB, che doman... gh' da nar!


E prima de tornar a c, l' doverosa n visita alla grotta al santuari de Lourdes (anca se vist el casm e l businness trovai, preferisso evitar ogni commento)






Ste pagine l'e' stae cargade volte da visitatori dal 3 de agost 2005