ALPINISTICA NORD Tour Ronde NORD (Monte Bianco) del 10-11/06/2006

La Tour Ronde da Nord? I me l'eva proposta i soci de Milan za da qulache stimana, ma diaolopo'! L'e' data de difficolta' D/D+! mai fat en grado del genere su giaz!ma se nol provo adess, sa speto?...ormai i tempi i e' mauri...e cosi' a mezdi' de sabo ne trovem en quel de Milan e via per Courmayer! Vers le 2 e meza sem za' li'. Dopo pizza e birretta ciapem cosi' la funivia (28,50Eur A/R) che la ne porta ai 3340 metri del nuovo rifugio Torino. Fat el check-in vegnim subit a saer che delle 100 persone che gh'e' al rifugio almen 50 le va sulla Tour Ronde...diaolopo'! masa! Dovem levar bonora e zercar de anticipar le altre cordae! E cosi' dopo aver zena', domandando en giro par alla fin che de cordate sulla nord sarem si e' no 5/6... de cui 2 con guida e due come corso istruttori nazionali CAI. Tuti i leva per far colaziom ale 4e meza, e alora noi puntem la sveglia n'ora prima. Dopo en par de birre e brule' vers le 9 sem za soto le coerte. Per dormir dormo bem...ma che incubi! Sara' l'agitaziom per la via...Alle 3 e meza taca la sveglia e alle 4 e 20 sem za' en marcia vers l'attacco. Co le cordate tegnim la solita disposiziom: mi col Matteo, e l Max col Franz (alla lori prima uscita en quota dopo l rugolom dala gresta de l'ista' pasada). L Marcello, n'istruttor nazionale CAI l se liga con lori (vist che l Max e l Franz dall'ultima uscita che avem fat ensema-el Dome de Neige dell'agosto 2004-i ha fat carriera: adess i e' aiuto istruttore della SEM!). El temp l'e' perfetto, no tira aria e gh'e' luna piena...e cosi' saltai sul ghiacciaio del Gigante, en tel giro de n'ora e vinti sem soto l'attacco. De cordate che e' drio a nar su ghe n'e' za una (che ha dormi li' sotto, sul ghiacciaio, en tenda) e n'altra che e' drio a attaccar aggirando la terminale (masa daverta) con en lungo giro a sinistra. Ma...no gh'e' temp! e cosi', da Kepocordata, punto drit ala terminale e...1,2,3 la salto fora! El pendio l'e' subit tra i 45/50 gradi, e tut de nef pressada. Ciapem subit en bon pass spedi' e en 40 minuti sem za' all'imbuto en do che gh'e' el tir dur de giaz e diffatti stacchem subit la cordata del Max (ancoi el fa lu' l'altro capocordata). Arivai alla sosta su roccia, ne lighem e chi ovviamente, vist che l'e' giaz vif, laso davanti el Matteo. 55 metri de corda sfilada...a fil... en tiro giust e l pasa fora. Ma che pioggia de giaz e sassi che vem zo! El giaz l'e' de quei pezo...che se scheggia e basta... E quando parto mi, infatti me vem el cor en gola quando me parte en piat de giaz e l ghe finiss 20 metri sotto sul braz del Franz (per fortuna nol s'e' fat nient!). La pendenza la se fa sempre pu' erta (i diss 65 gradi) e la parte finale del tiro l'uscita l'e' propri tecnica da en camin del giaz e nef (poc consistente). Per pasarghe fora g'ho addirittura da meter l rampon en opposiziom sull'altra faccia del camin! Sem su, el toc pezo l'e' fat! Adess gh'e' l'altro toc de pala de nef che fao mi finche' gh'e' nef, po' i ultimi 20 metri che salta en gresta i e' su giaz e i fem en conserva butandoghe rento en par de ciodi. Pasem cosi' fora l'esile grestina de nef (pasandoghe sora al colouir Gervasutti: n'altra parete de nef sui 45 gradi) e dopo aver aggira' el torriom da sinistra per do roccette, alle 8 in punto mi e l Matteo sem en vetta. La cordata del Max i n'e' stai drio fin ala grestina...po' i g'ha avu' da ravanar en po' e i e' arivai su na mezz'ora dopo. Po', sem stai su tuti fin le 9 e en quart...g'avem avu' tut el temp de vardarne entorno: le zime se le vede propri tute: dal Cervino, al Rosa, al GranParadiso, alla Barre des Ecrins...E cosi' l'era ora de pensar ala discesa per la normale. I la da' PD+ de misto, ma mi ero preoccupa' dale relaziom teroristiche che evo vist: "serve tante fettucce da assicurarsi nell'esposta discesa in cresta, che si disarrampica anche a cavalcioni"...e diaolopo'!. Sa sara' mai? Cazae! Ne sem molai zo de corsa per en canal de nef e la gresta no l'avem quasi vista! Con tutta calma, ale 11 erem za' al rifugio Torino e a mezdi' a Curma, giusti per na biretta e per saludarne...e cosi' dopo aver guida' dalle 13 alle 18, finalmente arivo a Trembelem: ma miga a casa! Drit al campo sportivo! Ancoi gh'e' la festa patronale del paess... e tra birre e luganega me rifao ben en fretta delle energie sprecae (?) en tel weekend!




L'alba dall'attacco della via... vardando vers Chamonix sul ghiacciaio del Gigante che scende vers el Mer de Glace.


L'attacco della via...la terminale: o se la aggira da sinistra o... se ghe salta su!


Max, Marcello e Franz en la prima parte dela salita.


Ecco subit fora dal canalim: da notar el camin endo che se enfila la corda! L' propri ert!


grande Kepo!!! ... foto d'effetto...ma qi erem sol sui 45 gradi!


Berg Heil! Da sinistra: Max, Marcello, Franz, Matteo, Kepo. E drio....la zima del Bianco.


La via de salita (en ross) e la discesa (en vert).



Ste pagine l'e' stae cargade volte da visitatori dal 3 de agost 2005