HOCHPLATT SPITZE m.2546 disl. 1050m
Le previsiom per el weekend no l' nient de bel, ma 2 d serai su no se pol miga star e cos ne organizzem per farne el weekend en gresta de confim. La sera starem a dormir en canonega en val de Fleres, endo che (en te l'albergo sora) dalle 4 dopodisnar taca anca la festa dello scialpinista. Ne trovem cos alle 7 a Calliam mi el Mich e l'Alberto e ne enviem vers la gresta de confim. Ancoi sem scialpinisti de ricerca: nem a far na gita che no se trova su nessuna guida e el Mich el l'ha notada sol sulla cartina della Tabacco.... dalle foto che gh'evem fat dalla zima del Tempo, par en bel sciadom, a parte la pala finale che veramente no so come farem a passar su. La zima l' l'Hochplatt Spitze en "Jufentol" (come diss i sudtirolesi). Raggiungem Casupola (paess de partenza) e per le 9 men dese sem za l che ne enviem su per la val. G'avem davanti sol en local che vedem l' drio a farne traccia su per el prim canal che sale su na prima piana subit sotto el passo Giovo. El temp l' ancor alt, ma viste le previsiom l' meio no torla massa dolza, vist che no conosem la zona e de tracci no gh' nient. Arivai sulla piana, 250metri sora la macchina, deviem a sinistra e aggir en doss da destra entrem en te n'anfiteatro domin davanti propri dalla nosa zima. El local che feva traccia, el devia a destra quasi subit per na forcella, e el se stupiss quando ghe spieghem endo che volem nar. La pala finale per narghe al vers da sinistra l' bela erta e col rischio tre l' massa pericolosa. Da destra per, par che ghe sia en strett canal che pol portarne su. E allora messi i rampant (sol mi) ne portem sotto le rocce endo che parte el canal. Molm zo i sci e, diaolop, picca e ramponi i ho lasai en macchina.... beh, sto colp nem istess. El Mich el se enfila su per prim e dopo 5 minuti de suspance (e con i ultimi 10 metri de canal bei erti e giazai) saltem for al pass 30 metri sotto la zima. Da qi tachm a risalir la gresta su placche giazae (fazile, ma se l' en condiziom! Ancoi no!). Taca a fiocar e ghe sem. Berg Heil! Firmo el libro de vetta e fata na foto scominziem a tornar de volta per la gresta e el canalim. Rimessi su i sci, bast smontar de 100 metri dal toc svent dela pala che avem trov en polverom da foc. De lusso! Co l'Alberto che adess, a forza de allenarse el riese a far le zete anca en discesa. L' le una che sem alla macchina, ne par brutt nar en albergo adess.... de scialpinismo se pol farne ancora!
FLECKNER m.2331 disl. 950m
E cos senza neanca cavarne i scarponi (a parte el Mich che el guida) ne fiondem en val Ratchines a far na gita collaudada: el Fleckner. Parcheggi a en slargo da endo che parte la forestale, ne enviem vers le 1 e 3/4. Tegno el pass mi, e no vago piam. La forestale l' propri longa e dopo na bona mezzora tai en su per en senter a sinistra arivem a delle malghe (Kaserlicht Alm) sotto na zima (che no l' la nossa). Al Mich e all'Alberto, per el calt che l', ghe s' fat sotto en zoccol da paura: e mi enveze vedo che el silicone spray che evo trat sotto per el Sellaronda el funziona alla grande. Girm a destra e travers en toc de bosc, dopo na longa (e che longa!) piana arrivem a na malga (Innere Wumbiss Alm). Da qui finalmente se vede la zima ma l' zo lontana enfont alla val! Passa davanti el Mich e se va ancor p spediti. No arivo quasi a fermarme a bever, ma el temp el butta al brutt.... gh' da nar! Entrai en tel vallom, finalmente manca pochi metri alla zima. ....e dopo quasi ormai 2000 metri de dislivell me vem la prima crisi de fam: no i me fa fermar! Avanti! Finalmente ghe sem (Fleckner 2331m.), fioca fiss. Magnem qualcoss e senza visibilit ne enviem en zo. No se vede nient i primi 500 metri, ma po', tornai alla malga, se sciariss e en tel bosc, a dribblar piante e saltar en tel polverom ne la godem propri! Saltai sulla provinciale, la costeggiem altri 500 metri vers val (coi sci endoss e i autisti che i se meraviglia vederne sciar fianco asfalto) fim alla macchina: l' le quattro!
DIE LONGE TOUR: RADUNO SCIALPINISTICO
Taca la festa del scialpinista all'albergo Panorama (quel sora la canonega)! Adess podem nar en val de Fleres a beverne na birra, anca doe.... entrando en la val encrosem la finanza che i ha giust par for dala val: se no i porta fora en fretta i cagni antivalanga stasera fem bistecche! Entrem en tel locale e gh' na compagnia de scialpinisti (tuti en uniforme co la T-shirt "Die Longe Tour") che beve e canta ensema a en duo live co chitarra e fisarmonica. Appena ordin na ciopa col Speck e la seconda birra media, i ne d la divisa anca a noi e capm sa che vol dir "Die Longe Tour": non tant el gran giro coi sci, ma de birre! E allora co la luzia che g'avem ordinem anca en taglier con altre 2 birre medie.... Dopo en par de litri de birra ne rendem cont che la festa la gira propri bem e con na veloce trattativa disdicem la prenotaziom al canonega per la not: starem en te sto albergo che con meza pensiom el ne fa 40 Euri. Entant che el Mich e l'Albert i copa la quarta Weizen da 0,5l, mi me tiro envanti con n'altra media (ogni 4 Weizen da 0,5l mi devo tor 5 medie da 0,4l: el calcolo nol fa na piega!) e man man scominziem a conoser zent: sem i unici che parla italian, ma forse, per come i vedeva che ghe nevem drio ai cri, no se n' rendui cont tutti. Dall'altra banda dela sala i taca a far volar anca i lampadari e noi no restem endrio. Avem conos na putela de Caldaro: e anca se g'ho blatter su en todesc la prima roba che la m'ha domand st: "sei italiano?" e mi: "no, no! Trentim!" (entant che el gal el canteva per la terza volta...). Po' s' sent al nos taol el Franz e quando el n'ha offert en tiro de pipa (se pol fumar en tei locali?...basta che no sia zighereti! tanto ormai i finanzieri i lontani....) z che sem bei carburai me compro anca en pakt de Marlborini. Z bei ncierinai, vers le 7, ne fem dar le ciavi dela camera tripla, trem zo i zaini e but i scarponi en caldaia (diaolopo' ghe tocher ariezarla 3 d!) nem diretti en sala da pranzo. Beh, anca se bona, la quantit l' scarsa, ma tanto erem z tesi dalle ciope e l taglier.... magnem tagliatelle ai fonghi, do bistecche alla piastra e patatine e per el dolz no gh' p spazio. Parlandoghe en ingls al camerier (l' en lcal, ma nol sa na parola de taliam) riusim a barattar el dolz co na sgnappa bianca. E ne toca beverla de resta perch fora ormai se sente che el festom l' propri bel: tornem en tel locale del bar e gh' le putle che balla en sala al ritmo de fisarmoniche e chitarre sonae da tre putei che salt sui taoli. Tra en zigheret e na birra el temp el vola, e l'Alberto trov na spina della birra daverta sul furgonzim davanti al locale el ne fa el pieno a tutti. Tra en zigheret e na grappa bianca, conosem propri tutti: e tanti i ne riconoss dalle molte volte che i n'ha vist su per ste zime della val de Fleres! L'Alberto, po' dopo la sesta grappa el taca a parlar el todesc meio del dialt e allora zo tutti che ne domanda endo che sem nai ancoi (la "Jufentol" anca se qua de drio nol la conoss quasi nessuni! Con st zima proprosta dal Mich sem propri deventai scialpinisti de ricerca! Con l'Hochplatt anca l'ultimo segreto dell'Alto Adige l' st svel e infatti, quel che l l'ha pubblicada sulla cartina della Tabacco... i l'ha cop!) e ne scolta come dei veri guru de scialp. Tornai rento, dopo quattro salti sui taoli e altre 2/3 grappe, el Mich el conoss anca el pastor de Stein (l' n la stimana pasada a far la parete Bianca!), p ne lancim sulle putle e senza mai postar zo el bicier ne metem a sonarghe la chitarra.... quando l'Albert l' stracarbur el ghe rifila zo anca en grappim en te la birra media che el Mich l' drio a offrirghe al Franz. Ma sti todeschi, de misiotti i ghen s bem e infatti l Franz l se n'ascorze subit e l ne la rid endrio: ne la bevem noi! Dopo le 3 e meza el locale el taca a sfoltirse, e l'Alberto vers le quattro el corre vers la camera (...e no l'ariva) per problemi de digestiom che a so dir g'ha dat el caff della zena! Restem zo mi e l Mich e n'altra quindesina de persone e cos dopo n'altra resta de n grappim passem alla birra piccola: ma el Mich el deve esser propri carbur: dopo na meza resta, per scherzar, el me la tr en faccia (diaolopo' se la bca la birra en tei oci!) e mi col so consenso ghe la rendo zo per la maia (...e le braghe: me sa che el me bicier l'era ancor bel piem, vist che la matina dopo l'era ancor miz quasi da pensar d'essersela fata adoss!). Ne trem for per n'altro zigheret e a locl quasi vot, raccatem n'ultima birra da portar en camera. L'Albert el dorme z fiss, bevem la birra sul pontesl (el Mich nol ghe la fa a finirla, el sen porta meza sul comodim: magari ghe vem s for per la not!), n'ultim zigheret e dopo aver punt la sveglia dopo 3 ore (diaolopo', anca l'ora legale gh' de mez stanot!) butm zo i ossi. La sveglia-concerto del Kepo la parte alle 7 e meza e subit ghe sona anca el cellulare: dovevem trovarne alle 8 e meza a Vipiteno col Luca C. e l so socio Gervasio. I ne diss che i s' ciapai bonora e i z a Vipiten! I fem spetar al bar: ne levem de bala tutti con en zercio alla testa ma: mai zeder! Gh' da nar! Butem i zaini en macchina, paghm (80Euro a testa: ma gh' rento anca p de mezi alcolici! E sto colp, almen mi con 4,2 litri de birra e 10 grappe bianche ho fat el record assoluto!) e ne trem en sala da pranzo a far colaziom. Gh' l anca tre gruppi de scialpinisti che s'era ferm l alla festa: i tutti sconvolti e i ne varda meravigliai quando ghe dism che sem drio a nar a smaltirla en val Ridanna. No so el Mich come l'ha fat a guidar. Uscendo dalla val de Fleres encontrem ancora la finanza che la rientra: adess che i festeggiamenti i terminai i pol ben riportar i cagni antivalanga sani e salvi!
ZWISL m.2167 disl. 800m
Ne trovem alle 8 e 1/4 al bar della tonda de Vipiteno e parcheggiem la macchina subit sora al skilift en val Ridanna: ancoi ne pol bem bastar l'Einacht Spitze con 850 de dislivell. Pellm e nem. El passo lento costante ma no se se ferma! Tai su per el bosc, arrivem alla forestale: anca dopo n'ocio alla cartina ne rendm cont che la salita alla nosa zima la doveva passar p a destra. E cos, vist che sem sulla salita per el Zwisl (che avem z fat vinti d fa col Bertold e l Paolo) decidem de rifar el Zwisl. Pas cos la Wurzer Alm tachm a ciapar quota vers el dossom e ne rendem cont de aver scelto bem anca sto colp: la zima a destra che dovevem far l' straaffolada, qui enveze sem sol noi. Arrivem su che no l' ancor le 11, pec sol che el seren che gh'era el s' offusc con qualche nuvola e el prim toc de discesa fim alla malga dovem farlo en po' alla cieca. Ma po' quando se torna en tel bosc, gh' da goderse! Anca i riflessi i se riprende (se no volem centrar qualche pianta....) e con quattro bei slalom en polver ne fiondem a val. Propri n'altra bela sciada: soprattutto utile per ripigliarse... El Luca C. e l Gervasio i se envia zo de bala, noi enveze no podm saltar el rito della locanda all'inizio della val Ridanna. Beh, sto colp i avem sorpresi: 3 acque minerali medie! ....e mi na ciopa col Speck per sugar su: g'ho en po' de acidit de stomec....